0,00(0 items )

No products in the cart.

+39 0255306306

Rischio Radon

Un discorso a parte, e qui il livello di rischio è più alto, merita il gas radon, questo è un gas naturale radioattivo che si sprigiona da qualsiasi punto del suolo terrestre; deriva dalla continua trasformazione di particelle di uranio che in ogni parte della crosta terrestre, nel corso di milioni di anni, dopo numerosi passaggi, diventano Radon, per poi trasformarsi in ulteriori diversi elementi, sino a diventare Piombo, nello stadio finale di stabilità.

Per gli esseri viventi lo stadio più pericoloso è proprio quello in cui si trasforma in Radon, perché se inalato può, durante la permanenza nel sistema respiratorio, provocare un'azione mutogena sulle cellule che può quindi dare origine ad un tumore.
Il rischio maggiore lo corrono coloro che vivono o permangono per molte ore nei piani bassi degli edifici (1° e 2° piano, locali seminterrati o a contatto col terreno), in questi ambienti, se non opportunamente ventilati vi può essere una concentrazione pericolosa di Radon.
AbitCare esegue uno screening del radon con un Radon Tester di fabbricazione USA, strumento specifico che effettua 48 misurazioni orarie, quindi con una durata di due giorni.
Il risultato, tradotto in Bq/mc viene confrontato con i limiti di legge di 200 Bq/mc (case recenti, terminate dopo il febbraio 1990) o 400 Bq/mc (case completate precedentemente). E' chiaro, riferendosi alla salute umana, che il limite a cui fare riferimento è il primo, quello più restrittivo.
Nel caso il valore sia significativo, e non necessariamente oltre il limite, vengono suggerite delle azioni correttive atte a mitigare la presenza del gas.
Nei mesi invernali l'emissione di radon è più alta perchè il terreno più caldo sotto alla casa, per una questione di densità e pressioni, richiama più gas dal terreno freddo circostante.